Oggi tutti in libera uscita a Piazza Salotto (e domani, in terapia intesiva)

08/12/2020 Off Di marziano

Capannelli di persone  che consumano in bicchieri di carta vicino ai banconi dei bar, passanti “vicini vicini” con la mascherina abbassata, assembramenti davanti alle vetrine del centro. Il tutto, davanti agli sguardi indifferenti di chi doveva controllare.

Se si ammalassero soltanto i protagonisti di questa “libera uscita”, poco male: sono grandi e vaccinati e quindi possono pagare in proprio le conseguenze dei loro gesti.

Putroppo, però, non è così e non possiamo sapere quanti innocenti saranno contagiati e sacrificati sull’altare dell’egoismo e della necessità di fare soldi. Così come non sapremo chi “ringraziare” per i contagi provocati dalla riapertura delle scuole, che illustri riviste scientifiche hanno indicato come fonte di contagio.