Archiviata la denuncia a carico del sindaco di Pescara per l’ordinanza fantasma. Tutto risolto?

29/11/2015 1 Di marziano

Giustizia è fatta: retrodatare un’ordinanza senza pubblicarla non è reato e dunque una parte del procedimento a carico del sindaco di Pescara e altri si è conclusa (rimane in piedi l’altra accusa, relativa all’omissione di atti d’ufficio).

Come non ho gioito dei guai giudiziari del sindaco, non mi “scandalizzo” per l’archiviazione perché l’aspetto sgradevole di questa vicenda non è se sia stato commesso o meno un reato, ma la concezione che il sindaco Alessandrini ha del suo ruolo e del suo rapporto con la Città . Un rapporto evidentemente viziato da scarsa trasparenza e incapacità  di prendere decisioni scomode e che mal si addice a una realtà  complessa come la nostra.

Il dramma vero, purtroppo, è che alternative non ci sono e dunque tocca mangiare questa minestra (anche se inquinata dall’acqua di Bussi) o saltare dalla finestra (e finire nel mare inquinato dal fiume).