Il sindaco Alessandrini e lo scatto di reni

23/10/2015 0 Di marziano

Gli uomini possono sbagliare.

Marco Alessandrini è un uomo.

Marco Alessandrini può sbagliare.

Questo elementare sillogismo, rispetto alla vicenda “ordinanza fantasma per il mare di merda”  ha due sviluppi possibili: ammettere l’errore e, con uno scatto di reni, riemergere dal mare di fango nel quale si è caduti, praticando un sano attivismo amministrativo riparatore, oppure lasciarsi trascinare verso il fondo dalla zavorra del silenzio e dell’isolamento.

La scelta di Alessandrini e del PD locale – la seconda, manco a dirlo – è tatticamente sbagliata sul breve termine perché ha lasciato spazio a legittime – seppur palesemente strumentali – contestazioni dell’opposizione), e suicida sul medio-lungo periodo perché in campagna elettorale il tema “bagno dei pescaresi nella merda” sarà  sicuramente sfruttato dalle controparti politiche.

Questo conferma, come se ce ne fosse bisogno, l’inadeguatezza culturale e politica del PD locale e di quello regionale.

Di quello nazionale non parlo, perché i fatti parlano da soli.