Un marziano a Pescara


Domande ingenue alla Bella Addormentata

20/04/2016

Morire per questa Italia?

Quando leggo notizie come quelle di Carbone, il parlamentare PD che manda il “ciaone” a chi stava votando per il referendum, del suo segretario di partito e presidente del consiglio che invita a non votare o le dichiarazioni di due parlamentari (Amoruso e Barani) che liquidano la questione Regeni con un ragionamento del tipo: perché dovremmo litigare con l’Egitto per Regeni, quando con l’India, per i marò non lo abbiamo fatto, mi domando per quale motivo un soldato, un poliziotto, un pompiere o – un normale cittadino – dovrebbero scegliere di mettere in pericolo la propria vita.

Non sono così ingenuo da pensare che in politica ci sia un reale interesse per le questioni di principio e il rispetto delle regole. Tutto è funzionale alle lotte di potere che si consumano fra le tante bande alle quali abbiamo consentito di regolare la nostra vita. Rimante però l’amaro in bocca che i sacrifici, a volte estremi, di brave persone, servano a consentire ai “ciaoni” che abitano i palazzi del potere, dal comune fino a camera e senato, di continuare a salutarci come faceva Vittorio Gassman ne Il sorpasso  o come Alberto Sordi ne I Vitelloni.

* * *

No Comments »

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Leave a comment

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

Bad Behavior has blocked 417 access attempts in the last 7 days.