Un marziano a Pescara


Domande ingenue alla Bella Addormentata

02/01/2016

Targhe alterne e case più fredde. Ma Pescara non è Milano (e nemmeno Roma)

Per il Comune di Pescara – e il sindaco Alessandrini – il 2016 inizia come è finito il 2015: con dei provvedimenti “modaioli” quanto inutili. A fine anno aveva vietato i botti per tutelare i cani, all’inizio del nuovo annuncia le targhe alterne – ma solo due giorni la settimana – e il raffreddamento coatto delle abitazioni per combattere lo smog.

Se invece di seguire le mode (“cosa credete, mica siamo dei poveracci, lo smog – che è segno di sviluppo – lo abbiamo pure noi!” immagino avranno pensato in Comune) gli uomini soli al comando di Pescara avessero delle politiche strategiche sull’ambiente non saremmo al punto in cui siamo.

p.s. Chissà perché, dell‘inquinamento del fiume non parla più nessuno, e delle puzze nauseabonde del sansificio, nemmeno.

* * *

2 Comments »

  1. Quello che serve per combattere l’inquinamento non sono provvedimenti tampone, temporanei, che seguono le mode e poi scompaiono, servirebbe un vero e proprio cambiamento radicale dei nostri stili di vita, dell’organizzazioni delle nostre città, un alternativa alle politiche urbanistiche selvagge cemento primo di tutto, ad un diverso rapporto con i mezzi pubblici, che dovrebbero essere funzionanti ecologici, e soprattutto una classe politica adeguata ad affrontare questi compiti ecc…
    Politiche nefaste che sono vecchie di anni, come si fa a cambiare in pochi giorni quanto di drammatico abbiamo fatto nel passato. Il PM 10 ringrazia e prospera.

    Comment by Mario — 03/01/2016 @ 2:55 pm

  2. Il problema serio è che la tutela del territorio non interessa veramente ai cittadini. Meglio delegarla alle associazioni ambientaliste che tuttaiva – pur svolgendo un lavoro meritorio – non sempre hanno posizioni condivisibili quando si arroccano su posizioni intransigenti.
    Il risultato è che siamo “stretti” fra l’insipienza politica e la rigidità ambientalista. Ma ci sono cose – come la salute del fiume – che non hanno colore politico e che dovrebbero suscitare l’impegno se non di tutti, almeno di una gran parte della città. Ma questo non accade…

    Comment by marziano — 10/01/2016 @ 8:52 pm

RSS feed for comments on this post.

Leave a comment

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

Bad Behavior has blocked 510 access attempts in the last 7 days.