Un marziano a Pescara


Domande ingenue alla Bella Addormentata

20/12/2014

Prescrizione per gli avvelenatori di Bussi

Archiviato sotto: Il potere,Il sonno

Faccio l’avvocato.

Sono abituato a difendere i colpevoli e a mettere l’interesse alla corretta applicazione della legge davanti alle nefandezze di cui sono accusate – a volte ingiustamente – le persone che difendo.

Non mi sconvolge più di tanto che degli avvocati abbiano deciso di difendere gli imputati nel processo per l’avvelenamento di 700.000 abruzzesi, nè che tutta la loro scienza giuridica sia tradotta – sostanzialmente – nel “fare catenaccio” per arrivare alla prescrizione.

Non mi stupisce nemmeno  la decisione del collegio giudicante che, nel suo giusto concentrarsi sulla sola realtà processuale senza tenere conto di quella storica (come ci insegnano fin dai primi anni nella facoltà di giurisprudenza), “derubrica” l’accusa e rende possibile la prescrizione.

Mi offende la codardìa di chi per stupidità, interesse o  “ragione di partito” sapeva e in questi anni ha taciuto.

Mi atterrisce la passività delle persone –  politici e amministratori – che per ignoranza o indifferenza non mossero un dito allora e non lo muovono ora contro i veri responsabili di questo scempio. E che, anzi, continuano a votare loro o i loro “successori diretti”.

Ma che razza di gente siamo, noi abruzzesi?

* * *

No Comments »

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Leave a comment

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

Bad Behavior has blocked 494 access attempts in the last 7 days.