Un marziano a Pescara


Domande ingenue alla Bella Addormentata

21/08/2016

Non basta una pistola per prendere i “cattivi”

Scrive Repubblica.it che una persona, sospettata di furto d’auto, è morta sparandosi al mento durante una fuga nella quale aveva esploso quattro colpi contro la polizia che lo inseguiva.  L’arma utilizzata contro le forze dell’ordine – scrive il giornalista – è una Beretta 84 che era stata sottratta a un operatore della polizia municipale.

Leggi il seguito

* * *

14/06/2016

I fischi dei tifosi ad Alessandrini allontanano la Città da chi la vive

I fischi che i tifosi hanno indirizzato al sindaco Alessandrini durante la festa per la promozione del Pescara sono la misura della distanza fra amministratore e amministrati.

Leggi il seguito

* * *

06/06/2016

Pescara in caduta libera, ha dimenticato i tempi d’oro

Dopo Alitalia, RyaAir e Air Vallée, tocca a SNAV (vettore marittimo) di annunciare l’abbandono di Pescara.

Leggi il seguito

* * *

01/06/2016

Pescara Città Fogna – una lettera inviata al quotidiano Il Centro

Archiviato sotto: Il comune,Il potere,La sanità

Signor Direttore,
L’aria della notte scorsa e di questa mattina è stata impestata dal tanfo prodotto dal sansificio che ha reso difficile dormire con tranquillità.
Con buona pace di Comune, Provincia, ASL e ARTA, dunque, dopo il mare anche l’aria di Pescara “sa di fogna”.
Mi sembra un’ottima strategia di marketing turistico – oltre che di tutela della salute e del riposo dei cittadini.
Grazie per l’attenzione.

* * *

18/05/2016

La paralisi della classe dirigente locale e la forza del mercato

Il tentativo disperato e intellettualmente disonesto del Comune di Pescara di sostenere che – magicamente – ora l’acqua del mare è balnealbile e la colossale insufficienza di Comune e Regione Abruzzo di fronte alla fuga delle compagnie aeree dall’aereoporto di Pescara sono du facce della stessa medaglia: una strutturale incapacità amministrativa di fronte a situazioni che non possono essere liquidate con proclami, battute e promesse, perchè le forze in gioco – quelle del mercato – sono molto più forti di quelle di politici e amministratori locali. Dunque, invece di difendere con le unghie e con i denti le due risorse fondamentali per l’economia di tutta la regione, i “governanti” non sanno letteralmente che pesci prendere.

Leggi il seguito

* * *

09/04/2016

Alessandrini, Del Vecchio e Donat-Cattin: diluire non inquina…

Alessandrini e del Vecchio annunciano una soluzione temporanea per ridurre l’inquinamento del mare: una barriera mobile che dirotta l’acqua inquinata verso il largo. L’effetto di questa misura è quello di allontare i liquami dalla riva e lasciare che correnti e diluizione facciano il resto.

Leggi il seguito

* * *

21/02/2016

Addio RyanAir. Da Alessandrini & C(omune) silenzio assordante

Archiviato sotto: Il comune,Il potere,Il sonno

L’aereoporto sarà anche sul territorio di San Giovanni Teatino, ma è chiaramente fruito innanzi tutto dai pescaresi. Ci si sarebbe aspettato che di fronte alla crisi oramai storica e al colpo di grazia inferto da Ryanair che decide di lasciare Pescara, Alessandrini e il (vice)sindaco Del Vecchio facessero  – meglio tardi che mai – qualcosa. E invece no: dal Comune di Pescara nemmeno uno straccio di comunicato stampa sull’argomento.

Leggi il seguito

* * *

17/02/2016

Il mare inquinato e la fine del PD pescarese (Alessandrini incluso)

Salvo miracoli divini o normativi (tipo, “innalzamento della concentrazione di colibatteri nell’acqua” stile atrazina di donatccatiniana memoria) la stagione balneare 2016 è condannata e la responsabilità prossima per la mancata soluzione del problema è chiaramente del PD e di Alessandrini. Ovviamente, questo non è vero in termini più ampi perché stiamo pagando decenni di incapacità o – peggio – stupida connivenza amministrativa di un’intera classe dirigente che fra errori e disinteresse ha lasciato che si arrivasse a questo punto, ma si sa che in politica la colpa è sempre dell’ultimo arrivato, di quello che rimane con il cerino in mano.

Leggi il seguito

* * *

16/02/2016

Le strategie turistiche dell’assessore Cuzzi per Pescara

Archiviato sotto: Il comune,Il potere,Il sonno

L’assessore Cuzzi vuole tassare i turisti che vengono a Pescara facendo pagare loro un Euro per ogni giorno di permanenza fino a un massimo di sette giorni.

Leggi il seguito

* * *

30/01/2016

Alessandrini, Del Vecchio e la domenica ecologica ovvero: digiunare una volta alla settimana fa dimagrire

Dopo il tentativo finito sul nascere delle inutili targhe alterne, ora il (vice)sindaco Del Vecchio e l’altro, Alessandrini, ricorrono alle inutili domeniche ecologiche per ridurre i livelli di smog a Pescara.

Leggi il seguito

* * *

16/01/2016

Targhe alterne: Alessandrini, Del Vecchio e l’abuso della statistica

Dichiara il (vice)sindaco Del Vecchio che
Leggi il seguito

* * *

10/01/2016

Ancora contro i (padroni dei) cani

Archiviato sotto: Il comune,Pescaresi, bella gente

Questa mattina, verso le 10,30, al Marina di Pescara un enorme alano pezzato “pascolava” senza guinzaglio vicinissimo ai bambini della scuola vela.

Leggi il seguito

* * *

09/01/2016

Con le targhe alterne il Comune mette nei guai i bambini del “tempo pieno”

Archiviato sotto: Il comune,Il potere

L’inutile imposizione della circolazione a targhe alterne funzionerà dalle 8,30 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 18,30, così, secondo il Comune di Pescara, sono “fatti salvi” i genitori che devono riprendere i bambini a scuola.

Leggi il seguito

* * *

08/01/2016

Targhe alterne e (non) segnaletica. Il vicesindaco Del Vecchio vuole fare “il milanese”

Dichiara il (vice)sindaco Del Vecchio a Il Centro: Leggi il seguito

* * *

02/01/2016

Scoperto il motivo dello scempio sulla Golena Sud

Archiviato sotto: Il cemento,Il comune,Il potere

In un altro post mi chiedevo cosa fossero le enormi costruzioni in acciao realizzate dal Comune sui varchi di accesso alla Golena Sud.

Leggi il seguito

* * *

Targhe alterne e case più fredde. Ma Pescara non è Milano (e nemmeno Roma)

Per il Comune di Pescara – e il sindaco Alessandrini – il 2016 inizia come è finito il 2015: con dei provvedimenti “modaioli” quanto inutili. A fine anno aveva vietato i botti per tutelare i cani, all’inizio del nuovo annuncia le targhe alterne – ma solo due giorni la settimana – e il raffreddamento coatto delle abitazioni per combattere lo smog.

Leggi il seguito

* * *

31/12/2015

Vietare i botti per tutelare i cani è un’insulto alle persone

Archiviato sotto: Il comune,Il potere,Il sonno

Vietare i botti di fine anno può avere senso per evitare danni a chi li usa e a chi li subisce.

Riduce il carico di lavoro del pronto soccorso, e lo rende disponibile a chi ha veramente bisogno di cure in emergenza.

Leggi il seguito

* * *

21/12/2015

Ancora sul quartiere 5 – Circoscrizione Colli: la nuova banlieue pescarese

Archiviato sotto: Il comune,Il potere,Il sonno

Le zone evidenziate in rosso indicano i posti occupati o potenzialmente occupabili da parte dei diseredati che vivono a Pescara.

Leggi il seguito

* * *

Grazie al Comune, il quartiere 5 diventerà la nuova banlieue di Pescara

“Improvvisamente” la città si accorge che l’incompiuto comando dei Carabinieri di via Rigopiano è occupato da senzatetto ed è diventato una “tela” per i graffitari.

Leggi il seguito

* * *

17/12/2015

Solo sansa…

Altra incredibile uscita del Comune di Pescara, nella persona del vicesindaco Del Vecchi0: la puzza che ammorba la città non è di merda, ma di sansa, e dunque va bene perché non ci sono pericoli per la salute.

Leggi il seguito

* * *

13/12/2015

Un altro scempio a Pescara vecchia? Occhio non vede, cuore non duole

Archiviato sotto: Il cemento,Il comune,Il potere

Impalcature nella Golena SudNel silenzio di stampa e soprintendenza, nella Golena Sud sono stati installati dei pilastri in ferro quasi appoggiati alle pareti del Bagno Borbonico che partono dall’arco che consente l’accesso su via della Caserme e proseguono fino al Ponte di ferro. Non ci sono cartelli che spiegano a cosa servano, fatto sta che sembrano – ma non sono un architetto – delle strutture di supporto a “qualcosa”, come per esempio una corsia o una rampa d’accesso. E’ l’ennesima brutalizzazione che verrà inflitta alla memoria sempre più debole della nostra città?

Leggi il seguito

* * *

30/11/2015

Alessandrini, Diodati, lo stadio Adriatico e la lite temeraria

Archiviato sotto: Il cemento,Il comune,Il potere

La Soprintendenza vincola l’intero stadio Adriatico e dunque sfuma il piano della Delfino Pescara, dei suoi soci, e del Comune per sfrattare l’atletica leggera e trasformare il campo sportivo pubblico in una struttura sostanzialmente privata e dunque sottratta alla città.

Leggi il seguito

* * *

29/11/2015

Archiviata la denuncia a carico del sindaco di Pescara per l’ordinanza fantasma. Tutto risolto?

Giustizia è fatta: retrodatare un’ordinanza senza pubblicarla non è reato e dunque una parte del procedimento a carico del sindaco di Pescara e altri si è conclusa (rimane in piedi l’altra accusa, relativa all’omissione di atti d’ufficio).

Leggi il seguito

* * *

26/11/2015

Addio allo stadio Adriatico e all’atletica leggera

Il Comune di Pescara annuncia l’intenzione di demolire lo stadio Adriatico e di costruirne uno nuovo, anzi, di consentire alla Delfino Pescara e ai suoi soci di costruirne uno nuovo che sarà di loro proprietà. La giustificazione della scelta è, a dire degli amministratori locali, risparmiare 1,3 milioni di Euro in costi di gestione.

Leggi il seguito

* * *

23/10/2015

Il sindaco Alessandrini e lo scatto di reni

Archiviato sotto: Il campanile,Il comune,Il potere

Gli uomini possono sbagliare.

Marco Alessandrini è un uomo.

Marco Alessandrini può sbagliare.

Leggi il seguito

* * *

21/10/2015

Il sindaco Alessandrini, Moreno Di Pietrantonio e l’errore in buona fede

La vicenda della retrodatazione da parte del sindaco Alessandrini dell’ordinanza che vietava la balneazione per via dello sversamento di liquami in mare sta assumendo toni grotteschi.

Leggi il seguito

* * *

19/10/2015

Piazza Salotto e Caffè Venezia, un deposito a cielo aperto. Una lettera inviata al quotidiano Il Centro

psal1 psal2
Signor Direttore,
Le foto che allego (e delle quali autorizzo liberamente, se lo ritiene, la pubblicazione) documentano l’uso che viene fatto di parte di Piazza Salotto dal Caffè Venezia. Bottiglie vuote, cassette, frigoriferi smontati… insomma un deposito a cielo aperto.
Basta avere pagato l’occupazione di suolo pubblico e chiuso gli spazi con delle tende trasparenti per avere il diritto di rovinare cosi’ l’immagine della nostra piazza?
Grazie per l’attenzione.

* * *

17/10/2015

Il caso Alessandrini. Quando la nave affonda, si salvi chi può

All’indomani della confessione del sindaco di Pescara di avere retrodatato l’ordinanza sul divieto di balneazione, èa  iniziato il fuggi-fuggi dalla giunta Alessandrini. SEL, scrive Primadanoi.it, dichiara che
Leggi il seguito

* * *

16/10/2015

Alessandrini e la goffaggine amministrativa

Come sempre, prima i fatti e poi le considerazioni:

  • interrogato dal pubblico ministero, il sindaco Alessandrini nega di avere retrodatato l’ordinanza di divieto di balneazione “formalmente” emessa (e mai pubblicata) il primo agosto,
  • messo a confronto con una intercettazione che lo riguarda, il sindaco Alessandrini cambia versione e ammette di avere retrodatato il provvedimento, emesso in realtà soltanto il 3 agosto,
  • richiesto di chiarire la circostanza, il sindaco Alessandrini sostiene che la vicenda è frutto di un tecnicismo burocratico e di avere errato in buona fede.

Leggi il seguito

* * *

06/10/2015

La tragica semplicità del caso Alessandrini e della delibera nascosta

I fatti sono evidenti:

  • la legge prevede che in caso di superamento dei limiti di inquinamento del mare deva essere emanato il divieto di balneazione,
  • la legge non lascia “margini di manovra” agli amministratori pubblici per decidere se emettere o no il divieto di balneazione,
  • il divieto di balneazione era stato emesso quindi il mare non era balneabile,
  • omettere di rendere pubblico il divieto di balneazione è stato un atto contro la legge.

Leggi il seguito

* * *

22/08/2015

La imbarazzante autodifesa del sindaco Alessandrini

Il sindaco Alessandrini si difende in questo modo (bollando il tutto come “polemica estiva”) sulla questione della mancata applicazione dell’ordinanza che vietava di bagnarsi nel mare di Pescara dopo lo sversamento di migliaia di litri di liquame nel fiume. In particolare, per minimizzare la vicenda, il sindaco avrebbe affermato che “non vi è un virus ebola in atto”.

Leggi il seguito

* * *

16/08/2015

Alessandrini, l’acqua sporca e l’inerzia dei pescaresi

Nessuno pagherà per la mancata pubblicizzazione dell’ordinanza di divieto di balneazione resa necessaria (ma tenuta nascosta dall’amministrazione comunale) per lo sversamento di liquami nel fiume Pescara dello scorso 28 luglio.

Leggi il seguito

* * *

12/05/2015

La Delfino Pescara vuole lo stadio Adriatico e il Comune sfratta l’Atletica leggera

Archiviato sotto: Il comune,Il potere,Il sonno

Dopo tanti anni, forse, la Pescara calcio è riuscita a raggiungere un obiettivo importante: levarsi dai piedi quei rompiscatole dell’atletica leggera. Quei perditempo che, senza chiedere un centesimo, si allenano tutti i santi giorni (quando non ci sono le partite) consentendo a generazioni di pescaresi di praticare liberamente e in sicurezza un’attività sportiva educativa e divertente. Quei fastidiosi dilettani che “disturbano”, con la loro presenza, gli allenamenti dei superprofessionisti del pallone.

Leggi il seguito

* * *

05/03/2015

Il Sindaco, la pioggia e le scuole chiuse in anticipo all’insaputa di tutti

Archiviato sotto: Il comune,Il potere,Il sonno

Screen Shot 2015-03-05 at 14.59.59 Con questo avviso il Comune di Pescara informa che oggi le scuole a tempo pieno chiuderanno con mezz’ora di anticipo.

Leggi il seguito

* * *

26/02/2015

Il poligono abbandonato e l’inerzia del Comune. Una lettera inviata al quotidiano “Il Centro”

Archiviato sotto: Il cemento,Il comune,Il potere,Il sonno

Signor Direttore,
Il poligono militare di via del nuovo tiro a segno è una importante memoria cittadina, ma abbandonata e dimenticata dal Comune. E’ un’area vasta, in parte “occupata” non si sa bene da chi e in parte derelitta, alla quale si accede oramai soltanto da via Metauro (per chi lo sa). Capisco che, essendo vietata l’edificazione, è un’area di scarso interesse per l’amministrazione. Ma nemmeno mi sembra giusto lasciarla li, preda – letteralmente – del primo che passa.

* * *

15/01/2015

L’incredibile Cialente e l’aereoporto di Preturo

Archiviato sotto: Il comune,Il potere,Il sonno

Il comune de L’Aquila butta altri 96.000,00 Euro sull’inutile aereoporto di Preturo e li sottrae alla ricostruzione della città.

Leggi il seguito

* * *

10/01/2015

Il comune di Pescara profanato…

Archiviato sotto: Il comune,Il potere

Aggredire un assessore per il diniego (legittimo) di una licenza o il rifiuto (legittimo) di “togliere” una multa è un fatto grave, ma indicativo del fatto che le istituzioni locali hanno perso quell’autorevolezza che le rendeva immuni da gesti del genere. E’ come se ad un certo punto fosse venuto meno il rispetto che impedisce di profanare un luogo di culto.

Leggi il seguito

* * *

30/12/2014

Le (in)capacità gestionali del sindaco Alessandrini

Leggo su Primadanoi.it che per combattere lo stato di dissesto delle casse comunali
Leggi il seguito

* * *

06/12/2014

Nienti incarichi ai pensionati della PA. Chissà che ne pensa il sindaco Alessandrini?

Archiviato sotto: Il comune,Il potere,Il sonno

Una circolare del ministro Madia vieta di dare incarichi pubblici ai pensionati della pubblica amministrazione, in modo da “far largo ai giovani”.

Leggi il seguito

* * *

03/11/2014

La pista ciclabile di Pescara buona per i Marines

Archiviato sotto: Il cemento,Il comune,Il potere,Il sonno

Ieri ho fatto un giro in bicicletta cercando di usare soltanto la pista ciclabile e ho scoperto che il percorso è un ottimo addestramento per chi vuole entrare nei Marines.

Leggi il seguito

* * *

13/09/2014

La confusione ideologica dei politici pescaresi

Archiviato sotto: Il comune,Il potere

La destra pescarese si lamenta del fatto che, con le nuove aliquote delle imposte stabilite da una giunta di sinistra, i “ricchi” pagheranno meno dei “poveri”.

Leggi il seguito

* * *

Emilia, Renzi ai giudici: “I candidati Pd li scelgono i cittadini”

… forse in Emilia Romagna, ma a Pescara le cose sono andate diversamente.

Leggi il seguito

* * *

07/09/2014

Una (vecchia) idea nuova per il sindaco Alessandrini

Archiviato sotto: Il comune,Il potere,Il sonno

Ventimila euro per un consulente che “venda” Pescara all’Expo 2015, se non si trova in comune qualche dipendente (o assessore?) in grado di svolgere il temino. Questo annuncia il sindaco di Pescara, Alessandrini, come strumento di “marketing territoriale” per promuovere la città e l’Abruzzo.

Leggi il seguito

* * *

05/09/2014

Alessandrini e le tasse

Archiviato sotto: Il campanile,Il comune,Il potere,Il sonno

Dice il sindaco Alessandrini: Leggi il seguito

* * *

01/09/2014

Il ponte del mare, di sera…

Archiviato sotto: Il comune,Il potere,Scene da una città

111152662

* * *

21/07/2014

Il rito vuoto del Premio Flaiano

Archiviato sotto: Il comune,Il passato,Il sonno

Ieri si è consumata stancamente e noiosamente la quarantunesima edizione del Premio Flaiano.

Il cliché è stato rispettato alla lettera: giaculatorie sulla mancanza di finanziamenti ma “noi non molliamo”, stelle (o presunte tali) che sul palco non sanno che balbettare “grazie, grazie, grazie, grazie” e che poi scompaiono appena scese dalla scaletta,”profondi” commenti sullo stato di saluto di cinema e televisione, notabili in grande spolvero (ma occupati a mandare messaggi con il cellulare), posti multipli riservati al medesimo politico, e, ogni tanto, rivendicazioni cultural politiche all’insegna del “combattiamo la mafia” piuttosto che “la novità è che facciamo le cose onestamente”. Su tutto, però, ha spiccato l’ignoranza dei premiati sull’opera di Flaiano, tanto che, a parte uno, gli altri hanno confessato di non conoscere nemmeno qualche aforisma.

Leggi il seguito

* * *

19/07/2014

Alessandrini, i neoassunti in Comune e i maldestri tentativi di “trasparenza”

Non c’è – tristemente – niente di male se un sindaco decide di onorare debiti elettorali assegnando poltrone a soggetti indicati dai componenti della coalizione. Così come non c’è – tristemente – niente di male se lo stesso sindaco decide di scegliere come collaboratori pagati dal Comune delle persone di sua fiducia. E’ tuttavia offensivo, nei confronti della cittadinanza, cercare di sostenere che queste scelte siano state compiute con trasparenza ed esclusiva attenzione alla competenza dei soggetti in questione (che non conosco, e che saranno sicuramente delle degnissime persone) quando è espressamente previsto che il sindaco può scegliere i soggetti di cui si fida.

Leggi il seguito

* * *

05/07/2014

Il ponte Capacchietti e il passaggio pedonale

Archiviato sotto: Il cemento,Il comune,Il potere

Magari mi sbaglio, ma da quello che capisco guardando i lavori sul ponte Capacchietti (rampe di ingresso e uscita sull’asse attrezzato) mi sembra proprio che non ci sia più spazio per i pedoni.

Leggi il seguito

* * *

26/06/2014

Le donne al potere (nel Comune di Pescara)

Paola Marchegiani vuole “costruire fisicità alla cultura”, Sandra Santavenere vuole “mettere al centro le esigenze dei cittadini di Pescara e dare risposte sia a grandi che piccoli problemi sentiti”, Bruna Sammassimo vuole “cercare di andare incontro ai cittadini e risolvere i problemi cercando di alleviarne il peso proponendo scelte giuste e sostenibili”, Veronica (figlia di) Teodoro vuole “coinvolgere i giovani di Pescara nella vita politica e amministrativa della città attraverso un dialogo e strumenti nuovi”.

Leggi il seguito

* * *

25/06/2014

Alessandrini e (la figlia di) Teodoro

Archiviato sotto: Il comune,Il potere

Riporto testualmente da Primadanoi.it Leggi il seguito

* * *
Newer Articles »

Bad Behavior has blocked 417 access attempts in the last 7 days.